Blog disobbediente

i-400-colpi

Siete nel blog di Maximiliano Cimatti.

Un breviario, un block notes di storie ispirate al tema del cambiamento e della disobbedienza.

Mi piace il tema della disobbedienza. Chi prova a dare una svolta alla propria vita deve per forza disobbedire a qualcuno o a qualcosa. E deve fare la cosa più difficile di tutte: disobbedire al se stesso del giorno prima, rischiando di perdersi, imparando a spogliarsi delle vecchie certezze e a rimettersi in gioco. Per riuscirci occorre stare più tempo con se stessi, ma anche cercare relazioni autentiche e avere sogni da realizzare. Sono strade non facili da intraprendere, anche perché nessuno ce le ha mai indicate, strade che richiedono consapevolezza e motivazione.

La risposta è la pienezza delle nostre esperienze, l’armonia con le nostre inclinazioni e il tempo conquistato, che è l’unica forma di ricchezza di cui disponiamo.

Nell’agosto del 2013, dopo anni di allenamento, ho mollato il lavoro e la mia vecchia vita a Ravenna, ho ristrutturato una piccola casa nelle colline marchigiane e mi ci sono trasferito con Francesca, la mia compagna.

Ho rinunciato alla vicinanza della famiglia, allo stipendio fisso, a una vita sociale stabile e alle comodità della città. Ora vivo in campagna, in mezzo alla natura, con molte meno facilitazioni rispetto a prima, ma con più tempo per me e per il mio sogno: scrivere.

Un’avventura incredibile.

E ora, ecco questo blog.

Dopo oltre quattro anni di vita in collina è venuto il momento di condividere riflessioni, storie ed esperienze con chi sta pensando di disobbedire e di cambiare qualcosa della propria vita, con chi l’ha già fatto e con chi vorrebbe buttarsi ma non crede sia possibile. Non ho la pretesa e la presunzione di voler insegnare niente a nessuno, ma solo di portare la mia testimonianza e di raccontare storie motivanti. Perché le storie servono anche a questo: a ispirarci.

Non lo dico io, lo ha detto lui.

C’è un modo per convincere le persone che sono migliori di quel che temono di essere: è l’ispirazione.”  Nelson Mandela

Non aggiungo altro.

Max

Ps.

La foto in alto è tratta dal film “I 400 colpi”, di Francois Truffaut. Il ragazzino si chiama Antoin Doinel ed è uno dei “disobbedienti” che ho amato di più nella mia vita.

 

Annunci