Chi sono

Cimatti_300px

Dopo vent’anni di lavoro, nel 2013 ho cambiato vita. Dal centro storico di Ravenna a una collina marchigiana, da impiegato commerciale a…me stesso.

Siamo io e la mia compagna, uno stipendio in due, una macchina in due, niente figli. Una piccola casa in sasso in mezzo alla campagna, un orto ricavato da un campo da bocce, un pergolato ricco di uva, tre fichi enormi e molto produttivi, quaranta ulivi e un panorama pazzesco. Poi cinghiali, istrVistaici, tassi, volpi, civette, falchi, caprioli e lupi.

Mi fa sempre impressione pensarci: vivo in un posto dove ci sono i lupi. Una sera ho creduto di averne visto uno nel cortile, vicino al casotto degli attrezzi. Un lupo grande e nero, non sto scherzando, anche se quando lo dico mi prendono in giro.

Ci scaldiamo con una stufa a legna e usiamo il metano solo per cucinare e fare la doccia. Questo significa 18 gradi in casa e maglie grosse. E’ un’esperienza economica motivante, finché la legna non finisce. Poi arriva il giorno in cui un camion ne scarica 50 quintali davanti a casa e quello è un momento difficile.

Tutto bello e bucolico? Neanche per sogno. Polvere e umidità ci fanno compagnia come insetti e scorpioni, poi ci sono le crepe di assestamento della casa, la necessità di spostarsi in auto per qualsiasi cosa, le perdite dal soffitto, il fango ovunque quando piove e altre amenità logistiche e ambientali che rendono la vita impegnativa; ma la campagna è anche questo.

vista 4Ciò che rimane è l’impatto con la mia idea di solitudine. Il silenzio che in certi momenti crea vertigine, la necessità di rimettermi in discussione ogni giorno.

Di davvero grandioso c’è il tempo recuperato. Il tempo da dedicare a me stesso e agli altri, senza essere poi così bravo come vorrei, in un caso e nell’altro. Sto cercando di nutrirlo, il tempo, investendo gran parte delle mie energie nell’attività che amo di più: la scrittura. Scrivere romanzi è il sogno che coltivo da sempre e che ora si sta lentamente materializzando.

Alcuni miei racconti sono stati pubblicati in varie antologie, tra cui La semantica del crimine (Fernandel), e nel 2016 ho vinto il primo premio al concorso letterario “Luciano Pittori” di Castelplanio (AN) per racconti inediti.

Le prime esperienze letterarie hanno dato nuova linfa alla mia passione e mi hanno fatto conoscere e apprezzare da professionisti del settore. Attualmente tengo lezioni di scrittura per l’agenzia letteraria Scriptorama e sono cofondatore dell’innovativo format letterario fAutori.

L’uomo di Elcito è il mio primo romanzo, pubblicato nel 2017 per Meridiano Zero/Odoya edizioni.

 

 

 

Annunci